COMITATO NO DISCARICA PIANOPOLI

Rifiuti, a Pianopoli solo mezzi da provincia Catanzaro

Pianopoli – Il sindaco di Pianopoli, Gianluca Cuda, ha emesso un’ordinanza che vieta il transito ai mezzi provenienti da altre province sulla strada che conduce alla discarica di località Gallù-Carratello. Lo riferisce una nota diffusa dall’Ufficio stampa del Comune di Catanzaro. Il provvedimento, comunicato da Cuda al sindaco del capoluogo Sergio Abramo, prevede l’autorizzazione di transito sulla strada d’accesso ai soli mezzi provenienti dagli impianti tecnologici della provincia di Catanzaro e il divieto assoluto invece per i mezzi che trasportano Rsu in eccesso (surplus) rispetto ai valori nominali attribuiti ai rispettivi impianti delle altre province della regione. Alla Società Daneco Impianti è stato intimato di “ridurre, a tutela della pubblica incolumità e del territorio, sulla viabilità di accesso all’impianto della discarica sita in località Gallù-Carratello del Comune di Pianopoli, il transito di automezzi”. L’ordinanza del sindaco Cuda è stata inviata al Prefetto e al Questore del capoluogo, alla Regione-Dipartimento politiche dell’ambiente, alla Procura della Repubblica di Lamezia Terme, ai Carabinieri e alla Guardia di Finanza. Cuda, nell’ordinanza, scrive che “la via di accesso all’impianto di discarica del Comune di Pianopoli è percorsa quotidianamente da numerosi automezzi, provenienti da tutti gli impianti tecnologici regionali di trattamento dei rifiuti urbani che conferiscono nello stesso la maggior parte dei rifiuti in eccedenza (surplus) nonché dei rifiuti trattati (sovvalli) dagli stessi impianti.
La strada di accesso alla discarica non può sopportare il notevole volume di traffico provocato dai numerosi mezzi che giornalmente conferiscono rifiuti provenienti da tutti gli impianti regionali” e “le avverse condizioni meteorologiche nel periodo invernale aggravano la percorribilità della viabilità di accesso alla discarica già di per sé difficilmente transitabile da parte di mezzi pesanti”. “Ritenuto – recita ancora il provvedimento – che le iniziative intraprese per il superamento dell’emergenza dei rifiuti hanno risolto solo in parte la problematica, in quanto ad oggi non sono sufficientemente operativi altri impianti di discarica che possano ridurre i flussi di transito per il conferimento dei rifiuti presso l’impianto di Pianopoli e che il persistere di tale situazione, per la quale sia i rifiuti trattati (sovvalli) che gli RU in eccedenza (surplus), provenienti da tutti gli impianti di trattamento in funzione, continueranno a dover essere conferiti presso questa discarica, comporterà il collasso a breve della discarica, si ravvisa la necessità di adottare provvedimenti contingibili ed urgenti, a salvaguardia della pubblica incolumità e dell’ambiente”.

Reazioni

Il sindaco di Lamezia Terme

“La decisione del sindaco di Pianopoli, è la conseguenza ampiamente prevedibile e prevista della mancanza di una qualsiasi programmazione da parte della Giunta regionale e del Commissario per l’emergenza ambientale in tutti questi anni. Non è possibile che quasi tutto lo smaltimento dei rifiuti in Calabria debba poggiarsi solo su una discarica privata come quella di Pianopoli e sull’impianto sempre della daneco a Lamezia Terme. Ogni provincia e ogni zona della Calabria deve essere autosufficiente. La decisione dell’amministrazione di Pianopoli va quindi sostenuta lealmente”.

Il sindaco di Catanzaro

Anche una pattuglia di agenti della Polizia locale di Catanzaro affiancherà, da domani, i vigili urbani di Pianopoli per verificare il rispetto dell’ordinanza con cui il sindaco del Comune del lametino ha disposto l’autorizzazione al transito nella strada d’accesso alla discarica di località Gallù-Carratello, ai soli automezzi provenienti dagli impianti tecnologici della provincia del capoluogo regionale. Lo riferisce una nota dell’Ufficio stampa del Comune di Catanzaro. “Il sindaco Sergio Abramo – riporta la nota – considerata l’azione sinergica messa in atto fra i due Comuni per contrastare l’emergenza ambientale, ha voluto garantire il pieno sostegno di Palazzo De Nobili alla forte presa di posizione del primo cittadino di Pianopoli, Gianluca Cuda”

Domenico Giampà (Pd): “Cuda bene bloccare conferimento rifiuti provenienti da fuori Provincia”

Ha fatto benissimo il Sindaco di Pianopoli a bloccare il conferimento nella discarica situata nel suo territorio comunale dei rifiuti che provengono da fuori Provincia. Ha fatto benissimo perché questa provincia non può pagare per i ritardi di programmazione prima del Commissario e poi della Regione e del sostanziale rifiuto di quest’ultima di predisporre un piano di emergenza che sviluppi la raccolta differenziata in modo che diventi rapidamente la prima modalità di trattamento dei rifiuti. Ha fatto bene poi, il Sindaco Cuda, perché quella discarica era stata autorizzata per quantitativi limitati e per smaltire rifiuti non pericolosi e invece si ritrova tonnellate di rifiuti di provenienza urbana non trattati e con una potenziale inquinante notevole. Siamo certi quindi della solidarietà dei Comuni e di tutti gli amministratori locali, e non solo quelle del Centro sinistra, ma ci aspettiamo anche il consenso del Prefetto che non può ignorare che dal 2006 è vietato lo smaltimento in discarica dei rifiuti urbani e intendiamo valutare, insieme alle organizzazioni dei cittadini e a quelle ambientaliste, anche un’azione giudiziaria a difesa del territorio in caso di ulteriore inadempienza della Regione.

Fonte: lametino.it

Annunci

I commenti sono chiusi.