COMITATO NO DISCARICA PIANOPOLI

Rifiuti nuovamente fermi in strada, mercoledì vertice al comune di Catanzaro

Dopo la nota stampa della Multiservizi, arriva anche quella dell’amministrazione comunale in merito al blocco della raccolta dei rifiuti per strada. Da Via Perugini si chiede «a tutti i cittadini la massima collaborazione evitando, per adesso, conferimenti di ogni genere», ed lo staff del sindaco precisa come il primo cittadino «tempestivamente informato dagli uffici competenti, si è subito attivato per la soluzione del problema, inoltrando una nota scritta all’attenzione del Presidente della Regione, Scopelliti, dell’Assessore regionale all’ambiente, Pugliano, e del Prefetto Cannizzaro, per avere immediati riscontri e chiarimenti in merito, soprattutto, alla durata prevista per il disagio».
Secondo l’assessore all’ambiente Pierpaolo Muraca «è chiaro che il sistema dei rifiuti in Calabria sta evidenziando, ormai da tempo, troppe criticità, e che la tematica deve essere affrontata, una volta per tutte, con decisione e fermezza dalle autorità competenti. Per questo motivo è stata indetta per mercoledì una riunione dei sindaci della provincia di Catanzaro sulla questione rifiuti che si terrà presso il Comune di Catanzaro».
Già nel recente passato il primo cittadino lametino e quello del capoluogo di regione aveva tenuto un incontro congiunto per palesare le proprie preoccupazioni in merito, “Cassandre” di un sistema che già troppe volte però aveva mostrato tutta la propria debolezza.
L’amministrazione comunale lametina aveva predisposto ad aprile un “piano b”, attualmente non andato in porto se a novembre ancora si rischia di doversi fermare ad ogni “intoppo” legato a Pianopoli. Sette mesi fa Speranza si diceva «disposto anche a ricevere una sfiducia piuttosto che lasciare la spazzatura davanti alla casa dei cittadini», criticando anche la propria macchina amministrativa, «perché da 4 mesi aspetto che il progetto della nuova discarica sia approvato, e lo pretendendo per iscritto entro fine mese a questo punto», rimarcando come «in quest’ottica ci serve un obiettivo comune». Scopo che, evidentemente, non è prossimo.
Secondo il componente della giunta Speranza «l’incontro dovrebbe favorire, partendo da una realistica valutazione della situazione attuale, una consultazione sulle azioni da intraprendere per realizzare, finalmente, un’adeguata programmazione della gestione dei rifiuti in termini di sostenibilità e sviluppo per le generazioni future. Un confronto improcrastinabile dopo le varie ”soluzioni tampone” e l’essersi adagiati sempre sulla dichiarazione di “stato d’emergenza”. E’ giunto il momento che il governo regionale dimostri di sapere e di volere risolvere il problema in modo strutturale, coinvolgendo, magari, maggiormente le comunità locali alle quali vengono spesso imposte decisioni, senza alcun tipo di confronto, che non fanno altro che evidenziare il reale fallimento del sistema politico regionale in tema di rifiuti».

Fonte: lameziainforma.it

Annunci

I commenti sono chiusi.