COMITATO NO DISCARICA PIANOPOLI

Rossano – Bucita, I Tir dirottati a Pianopoli nel Catanzarese

Lascia un commento

Da ieri i tir carichi dell’immondizia provenienti dalla provincia di Reggio Calabria, destinati alla discarica rossanese, sono stati dirottati con una nuova disposizione alla discarica di Pianopoli in provincia di Catanzaro. Il provvedimento, di cui abbiamo dato cenno nell’edizione di ieri, è stato anticipato verbalmente l’altro ieri pomeriggio al sindaco della Città, Franco Filareto, durante l’incontro tenutosi a Catanzaro sulla trasformazione della centrale Enel di Rossano, indetto dal Governatore della Calabria, Giuseppe Scopelliti.
E ieri puntualmente è pervenuta al Comune la relativa ordinanza commissariale, la numero 8016, con la quale «si autorizza in via urgente e temporanea, il conferimento del composto fuori specifica e degli scarti prodotti dagli impianti di selezione di Gioia Tauro e Sambatello, nella discarica del Comune di Pianopoli». Ciò significa che 140 tonnellate di Fos (frazione Organica stabilizzata) al giorno destinate a Bucita, non andranno ad appesantire una situazione igienico-ambientale già compromessa.
Si tratta di un primo atto finalizzato a riparare ai danni ambientali perpetrati verso un territorio a forte vocazione agricola e turistica (a poco più di 1500 metri, sul litorale, vi sono importanti insediamenti balneari e turistici, frequentati da migliaia di vacanzieri, dove giungono gli olezzi nauseabondi delle immondizie). Considerati i fatti precedenti che hanno interessato la discarica, oggetto di un vero e proprio accanimento da parte dell’organo commissariale negli ultimi tre anni, i cittadini di Amica e di Rossano non intendono abbassare la guardia sul rischio che oggi o domani possano giungere nuovamente i rifiuti da fuori (al momento rimane confermata la manifestazione indetta dal Comune per sabato mattina).
Ora attendono che giungano le rassicurazioni ufficiali sull’esclusione della ventilata riprofila-tura della discarica che comporterebbe aumento della capienza con tutti i rischi igienici ed ambientali che ciò implicherebbe. Un ostacolo, quello dell’aumento della capienza, che recentemente è stato superato dal Commissario regionale creando un sovra-banco di rifiuti senza verifiche di natura tecnica ed igienico-ambientali. Un provvedimento che era stato fortemente contestato dal sindaco Filareto.
Per questo motivo dall’assessorato all’Ambiente del Comune era stato dato incarico ad un tecnico esterno per procedere alle misurazioni della discarica e verificare se è stato completato o meno l’abbanco previsto nel progetto originario della discarica. Per lo svolgimento di questo adempimento era stata inoltrata formale richiesta al Commissario al fine di consentire l’accesso al tecnico incaricato. Anche ieri con autorizzazione numero 8009 è giunto il via libera del commissario. Ma le rassicurazioni definitive per la città riguardano la chiusura del sito ed il conseguente reperimento di un altro posto, questa volta fuori dal Comune di Rossano, dove realizzare la stazione di abbanco dei residui di lavorazione dei rifiuti che saranno notevolmente ridotti se si intensificherà la raccolta differenziata da parte dei comuni del comprensorio.

ultimaora.wordpress.com

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...